Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

📚 Mario Natangelo e Stefano Tamiazzo presentano “Cenere. Appunti da un lutto”

23 Giugno @ 18:30

Mario Natangelo presenta “Cenere. Appunti da un lutto” (ed. Mondadori)
dialogo con Stefano Tamiazzo, direttore SIC

Evento in collaborazione con Medici con l’Africa Cuamm e la Scuola Internazionale di Comics

Ogni volta che ho disegnato una vignetta satirica su qualche disgrazia in cui siano capitati dei morti arrivava sempre il fesso a sbraitare indignato: ‘e se fosse morto un tuo familiare? Ci avresti fatto una vignetta?’.
Ecco, adesso posso rispondere a questa domanda e la risposta è questo libro.” Si può scherzare su uno dei lutti più atroci, quello per un genitore?
All’indomani della morte della madre, Natangelo – vignettista satirico conosciuto per l’umorismo feroce e spesso al centro di polemiche per i suoi disegni – rivolge le armi dell’ironia verso se stesso.

*in caso di maltempo l’evento si terrà alla Scuola Internazionale di Comics in Via Castelfidardo 11

Mario Natangelo

Mario Natangelo è nato a Napoli nel dicembre del 1985. Giornalista professionista, esordisce come vignettista satirico nel 2007 con “l’Unità”. Disegna ogni giorno per “il Fatto Quotidiano” dal primo numero, nel settembre del 2009, e ha collaborato per diversi anni con “Linus” e “Smemoranda”. Considerato il vignettista satirico più caustico in circolazione, ha ricevuto due volte il Premio Internazionale di SatiraPolitica Forte dei Marmi. Attualmente vive a Roma.

Dopo Ora dove sei?, Somewhere in Italy e Ghiaccio, il suo ultimo webcomic è Ultime dalla Terra. Un vignettista in Patagonia, pubblicato su www.natangelo.it

Stefano Tamiazzo

Il mio “colpo di fulmine” arriva a 14 anni, quando leggo “Un uomo un’avventura: L’uomo dello Zululand” di Gino D’Antonio (Cepim, 1976), un fumetto che sembra un libro: di grande formato, autoconclusivo, con un montaggio delle vignette diverso e affascinante e che parlava delle guerre tra Zulù e inglesi. A 17 ho già deciso: voglio diventare disegnatore di fumetti.

L’anno del debutto è il 1994, quando vinco il premio PierLambicchi al Festival del Fantastico di Prato. Di quel mio primo esordio, dal titolo “Sogno di una notte di mezza…Fuga” sono sceneggiatore, disegnatore e colorista. La storia viene poi pubblicata e distribuita negli USA e in Canada nel mensile di San Francisco Animerica, anime & Manga Monthly (VIZ Communications. La versione per il mercato francese, belga e svizzero è apparsa sulla rivista “Pavillon Rouge” per le prestigiose Edizioni Delcourt. Il fumetto è stato pubblicato anche da Kodansha, una delle major del fumetto Giapponese che mi ha anche assegnato il terzo posto nel premio internazionale “Shikisho”. Per la stessa casa editrice, pubblico la storia “Niente succede per caso”.

In collaborazione con Jean David Morvan, pubblico nella collana Neopolis “La Mandiguerre”, una serie di volumi di fantascienza di ambientazione steampunk (Edizioni Delcourt). Venduta in Italia, Francia, Belgio e Svizzera, è pubblicata a episodi con uno special sulle pagine di Pavillon Rouge e vale la nomination come miglior disegnatore italiano al Napoli Comicon del 2004. Per le Edizioni Dupuis scrivo, disegno e coloro “Un peu mon neveau”, la mia prima incursione nel fumetto umoristico che appare su Spirou, nel numero dedicato agli autori italiani).

Dal 1997 inizio a tenere corsi di formazione in circoli e scuole pubbliche. Dal 2017 tengo un laboratorio di Graphic Novel all’università di Padova. Nello stesso anno, in collaborazione con Gris De Payne, pubblico il primo tomo di “Cynocéphales- La banda dei mastini” di cui curo anche disegni e colore, con i prestigiosi marker Copic. La serie è pubblicata attualmente in quattro paesi.

Dal 2008 sono il direttore artistico della sede di Padova della Scuola Internazionale di Comics dove tengo anche il Corso di Fumetto.


🌻LE BUONE PRATICHE AL CAMPO DEI GIRASOLI🌻
– Vieni in bicicletta e legala ai pali orizzontali che trovi all’ingresso
– Rispetta le aree di sfalcio differenziato all’interno del parco, servono per permettere la crescita della biodiversità necessaria
– Rispetta le cataste di legno, servono a dar riparo a ricci e altri animali
– Getta l’immondizia con attenzione nei bidoni di legno (i bicchieri vanno nel compostabile, così come gli stuzzicadenti,..)
– Aiutaci a mantenere un ambiente pulito raccogliendo le carte che possono cadere a terra
– Non lanciare cibo agli animali
– C’è una struttura di plantcrossing, lascia una piantina e raccogline una e prenditene cura
– Lascia spazio al gioco libero dei bambini, attento però che non diventi distruttivo nei confronti dell’ambiente e della struttura che vi ospita
– Troverai una ciotola sempre con acqua fresca per il tuo cane, ricordati di raccogliere ciò che il tuo cane produce
– Se proprio proprio devi venire in auto, presta attenzione a cicli e pedoni. Stiamo cercando delle soluzioni con il Comune di Padova, per rendere più accessibile le strette strade del Basso Isonzo
– Se proprio proprio devi venire in auto, puoi usare parcheggi alternativi come quello in via Urbino che ti permette arrivare con una breve passeggiata in mezzo al parco

Via Bainsizza, 31
Padova, 35143 Italia
+ Google Maps
Visualizza il sito del Luogo